Translate

Incontri a Luci Rosse

.
SITO PER CHAT ED INCONTRI 

clicca e cerca

AMORE CERCALO QUI 

.

Strofinato contro una donna in metropolitana


.
Una storia

Charles un uomo di 45 anni viene inviato per una consulenza psichiatrica in seguito al secondo arresto per essersi strofinato contro una donna in metropolitana. Solitamente quando decide di recarsi in metropolitana lo fa con l’intenzione di strofinarsi contro qualche donna. Si avvolge il pene in un pezzo di plastica per non macchiarsi i pantaloni dopo l’eiaculazione, e una volta che il treno è partito individua la sua”vittima” ed entra in azione: incomincia a spingere il pene contro il corpo della donna immaginando di avere un rapporto sessuale.

Che cos'è il frotteurismo?
Questo è uno dei casi tipici di quella perversione che la psicologia chiama frotteurismo: toccare e sfregarsi in modo ricorrente contro persone non consenzienti per raggiungere eccitamento e gratificazione sessuale.

Si tratta di un disturbo tipicamente maschile con caratteristiche ben definite; solitamente l’uomo individua un luogo affollato nel quale sia possibile un’ampia scelta di donne (mezzi di trasporto pubblico, centri commerciali, stadi).
A questo punto inizia lo strofinamento che non sempre viene immediatamente notato dalla vittima proprio a causa della calca e per di più la maggior parte delle volte, le donne non protestano perché non sono proprio sicure di ciò che sta accadendo.

Il soggetto strofina i genitali contro le cosce o le natiche della vittima oppure tocca i suoi genitali o i seni facendo attenzione a non essere scoperto dalla donna  in quanto consapevole delle possibili conseguenze giudiziarie. Durante l’atto l’uomo immagina di avere una relazione amorosa con la vittima o fantastica su altre situazioni sessuali.


La diagnosi
Secondo il Dsm IV , il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi mentali, il frotteurismo viene considerato una parafilia o perversione, anche se non è una delle più gravi perché di solito l’uomo non ha intenzioni di violenza nei confronti della donna.
Solitamente questo disturbo ha il suo esordio in adolescenza e raggiunge il culmine verso i 15-25 anni, dopo di che vi è un declino della frequenza di manifestazioni associate a questo evento.

Per considerare questo atteggiamento una vera e propria perversione è necessario che:
  • gli episodi siano ricorrenti nell’arco di 6 mesi, con fantasie, impulsi sessuali o comportamenti ricorrenti e intensamente eccitanti sessualmente
  • Le fantasie, gli impulsi sessuali o i comportamenti causino un disagio significativo e compromettano in un certo qual senso la vita sociale, lavorativa e personale
  • Non ci siano intenzioni esibizionistiche

Cura
Il frotteurismo va curato perché potrebbe portare anche a denunce e arresti. Solitamente chi soffre di questo disturbo dovrebbe recarsi da uno psichiatra o da un sessuologo che utilizzano la psicoterapia per individuare, lavorare e correggere le varie fantasie sessuali. In alcuni casi è indispensabile anche un supporto farmacologico soprattutto nei primi tempi, per sedare gli impulsi e permettere lo svolgersi di una corretta psicoterapia. .

.

buone maniere


. .
"In una classe dove si insegnano le buone maniere, l'insegnante dice ai suoi alunni.."siete nel bel mezzo di una cenetta romantica, e state corteggiando una ragazza per bene e molto educata, ma d'un tratto avvertite l'esigenza di dover andare in bagno. Paolo tu cosa diresti?" -Le dico, aspettami qui vado a pisciare!-
"No, sarebbe molto maleducato!"risponde l'insegnante! "Giorgio tu?"..-direi, scusami, devo andare alla toilette torno subito!- "già va meglio, ma è comunque scortese mensionare la toilette quando si è a tavola!" continua l'insegnante. "Gianni, vorresti illuminarci tu con la tua intelligenza? cosa le diresti?" -io direi, cara, mi allontano di qui per dare la mano ad un amico molto intimo che spero di presentarti dopo cena!""

 .

.

professore di matematica



. .
Un professore di matematica invia un fax alla moglie, con il seguente messaggio:
"Carissima, capirai, ora che hai 54 anni io ho alcune necesità che già non puoi più soddisfare. Sono felice con te, e sinceramente spero che tu non ti senta ferita od offesa sapendo che quando riceverai questo fax io sarò al Big Dick Hotel con la mia segretaria che ha 18 anni. Tornerò a casa prima della mezzanotte."
Quando il tipo arriva all'hotel trova un fax per lui:
"Caro marito, grazie per l'avviso.
Approfitto dell'occasione per ricordarti che anche tu hai 54 anni e per informarti che quando riceverai questo messaggio, io sarò alloggiata all'Hotel Happy Dust con il mio maestro di tennis, anche lui 18enne. Siccome sei un matematico, potrai comprendere facilmente che in queste circostanze il 18 entra più volte nel 54 che non il 54 nel 18. Non mi aspettare, arriverò domani mattina. Tua moglie".
.
.

leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/


http://www.mundimago.org/dona_cofanetto.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.

Scoprire e stimolare il punto G maschile



Scoprire e stimolare il punto G maschile

Come trovarlo ?
Il punto G maschile è meno soggetto a controversie rispetto al punto G femminile : è stato rapidamente identificato a livello della prostata. Come il punto G delle donne, è situato vicino all’uretra, ma ha anche una funzione biologica. Non sarà facile per un uomo cercare di stimolare da solo questo punto, anche perché è situato all’interno del suo retto. Tuttavia può provare a: sdraiarsi sulla schiena, o a piegare le ginocchia contro il petto, ed introdurre il proprio pollice che premerà contro la parete anteriore. In realtà, è meglio che sia la sua partner a trovare questo punto per lui : risulterà molto più facile e piacevole.

Stimolare il suo punto G : il gioco è in mano vostra, Signore .
Quando è sdraiato sulla schiena, introducete un dito (dopo averlo precedentemente lubrificato) nell’ano, e poi risalite lungo la parete rettale fino a sentire un’escrescenza delle dimensioni di una noce. Aspettate che si distenda, e poi ricominciate a massaggiare verso il basso.
Continuate la stimolazione fino al raggiungimento dell’orgasmo … A volte serve un po’ di tempo, ma il piacere procurato da questa stimolazione è più intenso di un orgasmo classico; lo sperma è evacuato non più a getti, ma in modo continuo. Per delle sensazioni forti, stimolate il suo punto G durante un rapporto sessuale, o massaggiatelo durante un rapporto orale.


.

.

L'appuntamento con la mia amica Antonia



.
L'appuntamento con la mia amica Antonia era sotto casa mia. Non vado al mare da sola in quanto ho imparato che per starsene in pace è meglio essere almeno in due. La domenica mi voglio rilassare...
Partiamo abbastanza presto con la sua piccola auto nera e non fatichiamo a trovare parcheggio nella zona non riservata alle famiglie. Dicono che in questa parte ci siano solo nudisti, ma non è vero, e poi a ben vedere ci si accorge che gli unici veri nudisti sono gay. Niente da dire... anch'io sono bisex, ma il fatto che ci siano pochissime donne mi mette un po' a disagio.
Svolgiamo i nostri teli da mare e ci spogliamo. Antonia rimane con un tanga a righine orizzontali multicolore, io invece preferisco indossare un sottile short brasiliano bianco, quello che lascia scoperta la parte bassa delle chiappette. Penso che stiano meglio sul mio corpo. Il pezzo sopra è bandito assolutamente!
Come al solito intorno al nostro posto si adagiano un certo numero di uomini e ragazzi che hanno un po' di soggezione nei nostri confronti, e magari aspettano qualche cenno di invito. Poi i pappagalli veri e propri arriveranno in seguito...
Cominciamo a spalmarci l'olio abbronzante. Mi accorgo di come i maschietti ci fissino inebetiti: Comincio io su di Antonia adagiata prona. Le alzo i capelli castani con una lunga coda, e mi siedo sul suo sedere. Le spruzzo un poco di olio sulla schiena ed i fianchi e mi do da fare con lenti e delicati movimenti delle mani. Indugio sui fianchi come se volessi stringerla, passo sulla spina dorsale fino sul collo e le orecchie e sempre lentamente passo sulle braccia e sotto le ascelle sfiorandole i seni. Poi mi tolgo e comincio a lavorare sulle gambe. Mi piace massaggiare un bel corpo femminile. Dai piedi salgo sulle caviglie, l'incavo delle ginocchia e le cosce sfiorando l'inguine e forzando per bene i glutei. Sposto quel poco di perizoma che la copre ed ungo per bene alcune parti rimaste bianche. E' soffice, liscia, morbida e si sta lentamente scaldando al sole che si fa sempre più forte.
La giro e inizio a soffermarmi sui seni. Mi piacciono molto i suoi capezzoli che pur essendo piccoli, si inturgidiscono subito quando passo sopra ad oliarli. Massaggio lentamente e circolarmente e risalgo al loro centro, sfioro il collo le clavicole e scendo per le braccia e le mani, intreccio le dita e risalgo passando all'altro braccio. Scendo sull'addome piatto con un moto rotatorio intorno all'ombelico che accarezzo con il medio. Scendo ancora ed infilo, non troppo, le dita sotto il cordino sottile del tanga che ricopre il monte di venere. Sfioro solo quella pelle liscia. Lei al contrario di me si depila...
Unisco i pollici e massaggio tutt'intorno: non siamo mica qui per fare certi giochi con tutti quelli che ci stanno guardando... Un paio di ragazzi stanno facendo scivolare una mano sotto il loro corpo. Penso di immaginare perché.
Senza più sfiorare le parti nascoste, sempre con lentezza vado sulle cosce e scendo e risalgo tra le ginocchia e l'inguine e sotto sulle gambe ed i piedi. Ormai e' tutta completamente oliata (ed eccitata... penso).
Tocca a me ora sdraiarmi. Lei mi è sopra il sedere e ripercorre tutte le strade che io ho percorso su di lei. Antonia si sofferma però un po' di più sul mio sederino. Fa scendere quel tanto che basta il costume ben più coprente del suo ed impasta le mia carne come se fosse una pezzo di pasta fatta in casa, poi fa scivolare un dito lungo il mio solco, ma senza arrivare alla "meta". Io rabbrividisco sotto le sue dita. Con gli occhi socchiusi vedo che qualcuno si sta avvicinando, ed allora sussurro ad Antonia di non continuare. Ora passa alle cosce e mi sfiora ancora il loro interno dove inizia la mia folta peluria. Io inarco senza volerlo il mio sedere e la mia amica mi da uno sculaccione per farmi rimettere a posto... Già! un po' di contegno!!!
Mi gira prendendomi per i fianchi e punta subito ai capezzoli. Gira gira ed impasta ancora, e passa al collo e ridiscende e risale. Il profumo di olio al sandalo mi eccita e sento anche al basso ventre qualcosa che mi sta iniziando a ronzare. Forse le famose farfalle nello stomaco o le farfalle sulla farfallina? E la mia amica insiste con i pollici ben unti sfiora sotto l'elastico che mi attornia le cosce e lì sotto, credendo di non essere vista dagli spettatori allupati, comincia a giocare con il mio cespuglietto, poi con la sinistra alza il mio costume sotto l'ombelico e con la destra a mano piena, a coppa, da' una palpatona ungendomi tutti i peletti, cosa che non sopporto! Poi ride e si butta giù sul telo. Le dico soffiando: "sei una stronza!" e rido anch'io... Ho la sensazione che almeno uno di quelli che osserva si sia trastullato fino in fondo...
. .

. .

Mi piace scrivere le mie storie



.
Mi piace scrivere le mie storie, perché mi eccito a farlo. Ecco come faccio. Prima di tutto mi spoglio quasi completamente e mi metto a letto, con un paio di candele profumate che spandono intorno un aroma che mi rilassi. La sola luce è proprio quella di queste due fiammelle tremolanti. Poi mi comincio ad accarezzare, stimolando ricordi e sensazioni che affiorano alla testa e come un flash rivedo e trasformo in continue variazioni sul tema. Penso a quella volta con X poi alla volta con Y e Z, finché decido che tutto ciò che ho vissuto in quei momenti, potrei portarlo sulla carta.

Allora mi siedo alla scrivania, accendo un abat-jour e prendo un paio di fogli di carta bianca quadrettata, e la mia penna.

Questa penna è un po’ particolare. Mi fu regalata da un amico alcuni anni fa, e venne acquistata in un sexy shop. La forma è ovviamente fallica, nera lucida, comoda e leggera da impugnare. Anatomica quel tanto che basti per suscitare impressioni piacevoli quando penso alla frase da scrivere e la tengo in bocca. Più esplicitamente invece di dire che si tratta di una penna forma di fallo, direi che è proprio un organo sessuale maschile plastico scrivente. E mentre penso gioco con la bocca e con le labbra succhio un po’ come tutti fanno con la penna o la matita normali. Ogni svolazzo è un film già visto, un punto focale sul quale il mio sguardo poggia, un grande grissino da succhiare e mordere e poi riporre nel portapenne. Questo supporto ha invece la forma del sesso femminile, una di quelle vulve di silicone che aiutano alcuni ragazzi timidi a far pratica. Quando non scrivo, la penna è lì ferma, morta, non si muove, non penetra in movimenti lenti nel suo calamaio, non da piacere alla sua base di finta carne, freddo simulacro della fonte di gioia maschile.

Ma prende vita, la penna, quando voglio, e la impugno e la strofino sul viso, ed intorno al collo. Si, inizio ad eccitarmi man mano vada avanti con la storia, al punto di sentire una specie di calore in basso ed in viso, come se il sangue mi stesse pulsando e martellando vene e muscoli. Allora mi tiro giù le mutandine fin sopra le ginocchia ed allargo le gambe per non farle scivolare via tendendo il loro elastico. Con la sinistra mi carezzo tra le cosce cercando di allentare la tensione, mentre con il retro della penna (quella più anatomica) in bocca, muovo la lingua e sento la penna sul palato e più giù. E scrivo, come sto facendo adesso, delicatamente, come per non far male alla carta, senza spingere, e prima di scrivere una frase molto rievocativa ed erotica, rimetto la penna in bocca, la bagno di saliva e la porto in mezzo alle gambe, dove teneramente, come se fosse un cucciolo, inizio ad introdurla nella mia calda ed umida fessura. Ed il mio cervello come una macchinetta pensante, assorbe dall’aria nuove frasi, e le elabora, e quando le trasforma in una frase compiuta, estraggo la penna e scrivo. Al punto, riporto verso il basso questo utile aggeggio ed infilo di nuovo, e così via con nuovi impulsi e nuove frasi.

Spesso, ad un punto importante, indugio e muovo con maggiore forza, spingendo più a fondo con un ritmo di nenia e le mie dita sfiorano la calda entrata ormai molto bagnata dal mio troppo fantasticare. Alterno di volta in volta con la mia bocca al fine di sentirmi completamente coinvolta: il mio alto ed il mio basso, insieme, collegati da un gesto come ponte tra il pensiero e l’azione.

Sarà perché non riesco a rimanere senza stimoli, ma lo scrivere troppo a lungo può essere come dimenticare quella mia parte che palpita e si scalda irrorata di sangue per pensieri riflessi, mi fermo a cibare quella insaziabile vorace seconda bocca, ben dotata anche lei di labbra. E continuo frenetica ad introdurre e spingere con ritmi sempre maggiori, ascoltando il battito del mio cuore e quel rumore simile ad uno sciabordìo della mia carne e pelle bagnata. E sottolineo i miei pensieri con ritmi diversi e dondolanti tra il ricordo e la fantasia. Fino al termine del raccontino, quando metto un punto liberatorio subito dopo il primo o secondo orgasmo dal quale fuoriesco come svegliandomi da un sogno erotico.


Infine tiro su la testa e riapro gli occhi, e rimetto la penna a posto, reinfilandola nel suo supporto di forma femminile. Stranamente sembra che entri con facilità, come se fosse lubrificato, e percepisco un sussulto da esso.

Potenza della suggestione?

.

.

2 DONNE LITIGAMO MA POI ...



. .
BIG TIT LESBIAN TEEN DAUGHTERS PLAY WITH DILDO TOY powered by YouPorn. .

 .

. .

2 DONNE SI INFILANO DAVANTI E DIETRO


.

.
Lesbica indica una donna con orientamento sessuale e affettivo nei confronti di altre donne. Deriva dal nome dell’isola di Lesbo ove visse la poetessa Saffo che nei suoi versi esaltò la bellezza della femminilità e dell’eros tra donne.
..

. .

Le Barzellette sul sesso


.
La moglie sorprende il marito che si masturba sotto la doccia e lo rimprovera.
Lui le risponde: “Potrò pure lavarlo alla velocità che voglio!”


Differenza tra amante, fidanzata e moglie: dopo l’orgasmo:
la prima ti dice “Sei grande”
la seconda “Ti amo”
la terza…”Beige… Il soffitto lo farei beige!”


Chi sono i tre uomini più sfigati?
Romeo che andava a piedi anche se aveva una Giulietta, Ulisse che ci mise 10 anni per conquistare una troia e Geppetto perché fece un bimbo con una sega.


Un uomo dal dottore:
-"Sono preoccupato quando scopo sento dei fischi"
-"Ma lei quanti anni ha?"
-"80"
-"E allora che cazzo vuole gli applausi?"


Due fidanzatini stanno tentando di avere il loro primo rapporto chiusi in automobile. “Amore - le dice lui - posso accendere la luce?” “No, ti prego risponde lei imbarazzata - è così romantico farlo al buio...” “Sì, è sicuramente romantico, ma con la luce forse la smetteresti di fare su e giù con la leva del cambio...”


- Tu lo sai che cos’é l’orgasmo?
- No e tu?
- Io nemmeno. Però deve essere qualcosa che corre perché ho sentito dire a mia madre che non lo raggiunge mai…


Un uomo e una donna stanno facendo l’amore. A un certo punto, lei domanda, inquieta, a lui: - “Secondo te, questo è un rapporto a rischio?”
- “Beh, in effetti, se ora si accendono le luci del cinema siamo rovinati!”


Un bambino al papà: "Papà, lo sai che la mamma ieri stava per andare in cielo?". "Ma che dici?", chiede sbigottito il padre. "Sul serio, l'ho sentita urlare "Oh, Dio, sto per venire, eccomi, vengo, oh Dio vengo." Per fortuna che in quel momento c'era l'idraulico a tenerla ferma."


Una donna in un sexy shop sta facendo una bella scorta di vibratori, di tutte le forme e di tutti i colori. "Allora, mi dia quello là verde" dice al commesso, "poi quello blu sul ripiano, quello laggiù giallo e lungo, e anche questo rosso appeso al muro". "Signora, questo rosso non glielo posso proprio dare. L'estintore non è in vendita.


Una ragazza sposa un maratoneta campione olimpionico. Durante la prima notte di nozze, ad un certo punto la ragazza lo scansa e grida: "Senti, non è che pretendo che fissi un record mondiale....ma ti prego, raggiungi almeno il traguardo!


Perchè ci sono tante formiche al mondo? Perchè non hanno ancora inventato preservativi così piccoli!


Tra amici:
- Vuoi venire stasera da me, pensavo di organizzare un sesso di gruppo.
- Si vengo! Ma quanti saremo?
- Per ora, se porti la tua fidanzata saremo in tre!!


Il sesso senza amore è un'esperienza vuota. Si ma con le esperienze che girano non è male.


Due giovani pastori stanno parlando tra di loro: "Quando hai scopato la prima volta?", chiede uno. 'Proprio l'altro ieri !", risponde l'altro. "E dove?" "Qui, nell'ovile. Pensa che l'avevo presa, gliel'avevo appena infilato, quando da dietro l'angolo è spuntata sua madre..." "Ma no! E che cosa ha detto?" "Beeeeeehhhh ..."


Il sigaro misterioso:
Il marito rincasa all'improvviso e trova la moglie nuda sul letto, mentre sul comodino c'e' un sigaro fumante. Intuendo che c'e' qualcosa di strano nell'aria si avvicina alla moglie e la incalza minaccioso: "Da dove viene quel sigaro? Milena, ti ho chiesto da dove viene quel sigaro... Non rispondi?". A quel punto dall'armadio si sente una voce: "Dall'Avana!".


Pochi giorni prima di sposarsi, il fidanzato fa un discorso molto importante alla sua ragazza, in cui le descrive le sue abitudini, proprio per evitarle poi delle sorprese una volta che vivranno sotto lo stesso tetto. "Sai, io ho l'abitudine di uscire con gli amici almeno tre volte la settimana. "Lei, tranquilla, gli risponde: "Fai pure come sei abituato, non mi importa se esci la sera". Lui allora, alquanto stupito, le chiede: "Grazie cara, io credevo che ti saresti arrabbiata ... . E lei: "No, no, ma sappi che anch'io ho le mie abitudini. Io scopo tutte le sere, chi c'è c'è e chi non c'è... non c' è!".


Sa dottore, non è per me, ma per mio marito, sembra che perda colpi, non riesce più a concludere niente. Mi aiuti... non so più cosa fare!
- Si spogli signora.
- Ma... è per mio marito non per me!
- Non si preoccupi signora... farò diventare suo marito un TORO!!!
- Mi fa molto piacere dottore... ma... perché mi devo spogliare io?
- Signora cara... lo vuole far diventare un toro? E allora tanto per cominciare gli facciamo le corna...


In aereo, durante la notte, un gay propone al suo compagno di avere un rapporto sessuale, ma l'altro rifiuta.
"Qui in mezzo a tutti? Ma ci sentiranno!"
"Macché, non se ne accorgerà nessuno. Sta a vedere." Si alza in piedi e chiede ad alta voce una sigaretta. Nessuno risponde. "Hai visto, dormono già tutti. Dai, girati..." La mattina dopo, passano le hostess per servire la colazione. Un passeggero si tiene la mano sulla guancia, lamentandosi sommessamente. "Si sente male?", si informa l'hostess. "È tutta la notte che ho un terribile mal di denti", risponde questi. "Ma perché non ha chiesto un analgesico?" "Ma scherziamo? Il tizio qua davanti a me, per aver chiesto una sigaretta, se lo sono inculato !"


Due medici dopo un congresso scopano a letto. Alla fine lui dice: - "Dall'abilità delle tue mani scommetto che sei ginecologa!" - "E tu anestesista!" - "Ma come fai a dirlo?" - "Non ho sentito niente!"


Tre donne in spiaggia sono sdraiate a prendere il sole. A un certo punto vedono un uomo completamente nudo con un membro enorme. Una delle amiche dice: "Ehi, mi sembra mio marito quello, ma non riesco a vedere il viso". La seconda amica si tira su e guarda anche lei. "No, decisamente non è tuo marito." Infine la terza, incuriosita si tira su ed esclama: "Certo che non è tuo marito, anzi quello non è neanche della zona!".


Ho trovato mia moglie a letto, nuda, con un vietnamita ed un nero. Le ho fatto una foto e l’ho mandata a Benetton, non si sa mai.


Ti andrebbe di fare l'amore ?
Un tizio va dal dottore che gli diagnostica un cancro e gli dice di avere 8 ore di vita. Il tizio torna a casa dalla moglie e le spiega tutto. La moglie gli chiede cosa voglia fare e dopo propone "Ti andrebbe di fare l'amore ?". Il marito accetta e segue un'oretta di sano divertimento, poi il marito ripropone di fare ancora all'amore. La moglie accetta e seguono altre due ore di sesso. Ancora una volta il marito ripropone di fare all'amore, ma la moglie: "Ma caro, sei pazzo. Io domani mattina mi devo alzare, tu no"
.

.

.

2 DONNE SI INFILANO LE DITA DAVANTI E DIETRO



.

.

.

DALLA MANO AD UN FALLO ENORME POI VIENE

. .

. .

TUTTA LA MANO DENTRO video

.

. .

leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/


http://www.mundimago.org/dona_cofanetto.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.

Erotismo soft, ma che vuol dire?


Erotismo soft, ma che vuol dire? In realtà non c'è una divisione, piuttosto esiste già la distinzione tra erotismo e pornografia, però questa risulta essere molto labile e probabilmrente non sbagliamo nel dire che l'aggettivo soft vicino ad erotismo serve per ribadire il concetto erotismo non pornografia, ci teniamo prudentemente lontani da quello che potrebbe essere considerato il confine.

All'interno di una coppia con il termine erotismo soft si potrebbe indicare una fase del rapporto in cui l'erotismo legato alla fase più passionale lascia spazio ad altre forme di erotismo, che si nutrono, più che del contatto fisico tra i due corpi, di quella intimità che nasce dalla profonda conoscenza reciproca.
Passando al mondo dell'eros come produzione di opere, inteso nel senso più lato del termine, che hanno a che fare con l'erotismo potremmo parlare di letteratura erotica o di fotografia erotica.
Potremmo parlare di chat erotiche che abbiano un minimo di regole da non eccedere. Potremmo parlare del fascino dell'abbigliamento intimo come gioco di seduzione.
E potremmo parlare di quei nuovi prodotti dai cosmetici agli incensi che puntano a risvegliare i sensi tramite l'olfatto.
Qualsiasi cosa insomma che stimoli la nostra sensualità senza mostrarci o descriverci nei particolari un atto sessuale, ma direi di più: trattandosi di erotismo soft anche l'esposizione in primo piano degli organi genitali primari non rientra nella casistica di ciò che può essere definito erotismo soft. Probabilmente anche l'esibizione di una lap dancer che nel suo dimenarsi simuli in maniera troppo veritiera i movimenti dell'atto sessuale forse può essere definita erotismo piuttosto che pornografia ma non erotismo soft. Potremmo forse rappresentare i concetti pornografia, erotismo e erotismo soft come una sfumatura che va dal bianco al nero, senza per questo voler dare un fiudizio nefativo o moralistico sulla pornografia. Diciamo che più ci si avvicina al bianco e più si è sicuri che si tratti di erotismo e potremmo definire erotismo soft tutta la zona della sfumatura che sia bianca o vicinissima al bianco, potremmo definire erotismo tutta la parte che va dal bianco, comprendendo quindi nella sua prima parte l'erotismo soft, fino a quelle tonalità di grigio che sono ancora più vicine al bianco che al nero e il resto pornografia. Potremmo dire che il confine tra erotismo e pornografia è incerto, così come non è certo quale erotismo si possa definire davvero soft, ma direi che tutto quello che potrebbe esere definito soft è sicuramente abbastanza lontano dalla pornografia.
-
 .

.

Piccanti Tentazioni

Piccanti Tentazioni
Piccanti tentazioni Vieni a scoprire il reparto a luci rosse e trova fantastici oggetti per seratine private da solo/a o col partner. Puoi trovare falli di ogni tipo, dimensione e forma, lubrificanti e altri gel stimolanti per migliorare il piacere di coppia, bambole gonfiabili, vibratori e molti altri gadget!

MI PIACE SOLO DIETRO

MI PIACE SOLO DIETRO
KLIKAMI

SESSO

SESSO
con lo ZODIACO

Post più popolari

visit

Sex Shop On Line - www.xxxsextoys.it

mundimago

mundimago
REGALATI IL FUTURO

Archivio blog

Lettori fissi

RSS

Add to My Yahoo!

Visualizzazioni totali

no-copy

Add